Castelli Emilia Romagna

Rocca di Forlimpopoli

La Rocca di Forlimpopoli viene fatta edificare dal cardinale Egidio Carrilla de Albornoz nella seconda metà del Trecento. E’ uno dei numerosi monumenti che si possono visitare, previa prenotazione, nella città che ha dato i natali al celeberrimo gastronomo Pellegrino Artusi, autore del manuale “La Scienza in cucina e l’Arte di mangiar bene”.

La Rocca, una delle meglio conservate in terra di Romagna, domina con la sua imponente mole il centro storico cittadino e la piazza principale intitolata a Giuseppe Garibaldi. Presenta una pianta quadrangolare con possenti torrioni a sezione circolare ed è circondata, sui lati orientale e meridionale, da un fossato. Al suo interno hanno sede il Comune di Forlimpopoli, il Cinema-Teatro “Giuseppe Verdi” - teatro dell’impresa della banda del “Passatore” nella notte del 25 gennaio 1851 – e, negli ambienti a pianterreno, il Museo Archeologico Civico “Tobia Aldini” che raccoglie reperti dal Paleolitico inferiore all’epoca romana fino all’età rinascimentale.

Rocca di Forlimpopoli - Torrione della Rocca di Forlimpopoli foto di: Gian Paolo Senni - Comune di Forlimpopoli