Castelli Emilia Romagna

Rocca dei Terzi

Tra i castelli più interessanti di Parma, visita la Rocca dei Terzi di Sissa, a tre chilometri dal Fiume Po, castello quattrocentesco, in una zona dove si mangia la Spalla Cruda di Palasone ed il pesce gatto.

Trovi all'interno della Rocca: 

L'orologio della Torre: nella salita al mastio è possibile ammirare il raro meccanismo in ferro dell'orologio da torre voluto dai Terzi e databile tra il 1450 e il 1550. Composto da due treni, rispettivamente per il tempo e la suoneria movimentati dalla caduta di pesi, è dotato di un sistema di scappamento a verga, caterina e bilanciere.

Graffiti: Molto rari i graffiti che si possono ammirare nell'ambiente sottostante la cella campanaria del mastio, adibito ad hospitale per i pellegrini a partire dalla seconda metà del '400 per volere di Apollonio Terzi. Sissa si trovava su un percorso alternativo che collegava la Lombardia con Parma riallacciandosi alla via Francigena e alla via di Linari.

La Campana: Venne fusa nel 1548 per volere di Francesco e Panfilo Terzi. Originariamente movimenta meccanicamente e decorata con icone e versetti del Vangelo di Giovanni, aveva la funzione, assieme all'orologio, di scandire il tempo delle attività istituzionali, oltre che quelle nei campi e nei mercati.

Rocca dei Terzi - Esterno lato nord-ovest foto di: Carlo Bassanini - Privata